Benvenuti sul sito internet ufficiale www.struthof.fr

     

Il sito in lingua italiana è in fase di sviluppo.

Vi proponiamo qui di seguito un insieme di informazioni storiche e pratiche in italiano, nella speranza di una vostra visita al campo di Natzweiler, Struthof.

Al termine di questa pagina, potrete:
- effettuare una prenotazione per la visita online (obbligatoria per i gruppi a partire da 10 persone);
- scaricare gratuitamente il Vademecum per la visita e il Dossier pedagogico per i giovani da 12 a 16 anni.

Per saperne di più, vi orientiamo, per il momento, verso il sito in lingua francese.

La storia in breve

Il 21 aprile 1941, nel luogo noto come «Struthof», i nazisti aprono un campo di concentramento, il KL*-Natzweiler.
Il campo centrale, l’unico campo di concentramento sul territorio francese, si trova in quella che allora era l’Alsazia annessa. La nebulosa di campi annessi, ripartita sulle 2 sponde del fiume Reno, è composta da una rete di circa 70 campi, più o meno grandi. Su approssimativamente 52.000 deportati del KL-Na, circa 35.000 non passeranno mai dal campo centrale.
Luogo di lavoro a beneficio dell’industria della guerra nazista, il campo ospita altresì le sperimentazioni mediche dei professori nazisti dell’Università del Reich di Strasburgo.
Il 23 novembre 1944, gli Alleati scoprono il sito, evacuato dai nazisti dal mese di settembre. Per alcuni dei deportati dei campi annessi, il calvario si prolunga fino alla primavera 1945 con le marce della morte.
Dal 1941 al 1945, il KL-Natzweiler è uno dei campi più omicidi del sistema nazista. Circa 22.000 deportati vi sono morti.
*Nota: la quasi totalità dei documenti di archivio riguardanti il campo di concentramento nazista di Natzweiler porta la menzione "KL-Natzweiler" o "KL-Na" e non "KZ", come si legge più comunemente per gli altri campi e come risulta maggiormente in uso negli studi storici.
Per saperne di più…(rimando alla pagina Le KL Natzweiler del sito francese)

«Du Struthof au KL-Na»

Il film Du Struthof au KL-Natzweiler (Da Struthof al KL-Na) mostra, in pochi minuti, il sito così com’era prima della guerra, la stazione di sport invernali, fino alla sua trasformazione in campo di concentramento, aperto dai nazisti nel maggio del 1941. Un effetto di sovrimpressione delle immagini del passato, delle antiche fotografie e dei disegni degli ex deportati, sulle vestigia attuali, permette al visitatore di sentirsi al centro dei fatti che si sono svolti qui tra il 1941 e il 1944. Questo film muto, realizzato da Grégory Bismuth (Istituto Paris-Belleville), viene trasmesso in loop all’entrata del museo.
Guardare il video

Il Principale luogo della memoria nazionale

Dalla fine della guerra, la storia e la memoria del sito si sono evolute al ritmo della coscienza collettiva francese. Struthof è ormai il principale luogo della memoria della deportazione.
Il sito accoglie infatti, ogni giorno, circa 1.300 persone, di cui la metà sono studenti. Nel cuore dell’Europa, Struthof diventa quindi un crocevia tra generazioni, paesi e storie che si intrecciano.

Il Centro europeo del resistente deportato

Il Centro europeo del resistente deportato nasce a pochi metri dell’ingresso di quello chef u il KL-Natzweiler.

Luogo di memoria e di cultura, il Centro europeo del resistente deportato, grande edificio in cemento dalle linee epurate e rivestito con pietre scure ideato dall’architetto Pierre-Louis Faloci, accoglie il visitatore sul sito dell’ex campo di concentramento di Natzweiler.
Inaugurato il 3 novembre 2005 dal Presidente della Repubblica francese, il CERD rende omaggio a coloro che, ovunque in Europa, hanno lottato contro l’oppressione ed è altresì vettore della storia e della memoria della deportazione e delle Resistenze europee.
Progettato come luogo di informazione, riflessione e incontro, il Centro europeo del resistente deportato, con i suoi 2.000 m2 di superficie di esposizione, è un’introduzione alla visita del campo. Il CERD è stato eretto al di sopra della Kartoffelkeller, cantina in cemento armato costruita dai deportati.
Il Centro europeo presenta la storia delle Resistenze che, in tutta Europa, si ersero contro il dominio fascista e nazista e mostra l’implacabile organizzazione di messa a morte del sistema di campi di concentramento nazista.

Il progetto ha beneficiato della collaborazione di una sessantina di partner, in Francia e all’estero. I legami intessuti con i memoriali dei campi di concentramento e di sterminio in Germania, Austria e Polonia così come con quelli dei campi annessi di Natzweiler sono destinati a svilupparsi ulteriormente.

Nel cuore dell’Europa, Struthof diventa quindi un crocevia tra generazioni, paesi e storie che si intrecciano.

2010, nuova amministrazione fiduciaria

Entrando nel suo quinto anno di attività, il CERD e il sito storico di Struthof sono passati, dal 1 gennaio 2010, sotto l’amministrazione dell'Office national des anciens combattants et victimes de guerre (ONAC – Ufficio nazionale degli ex combattenti e delle vittime della guerra). Tale riforma rientra in un iter riguardante l’insieme dei Principali luoghi della memoria e delle Necropoli nazionali nell’ambito della Riforma generale delle politiche pubbliche in Francia.
Perseguire, rafforzare e perpetuare le missioni di memoria e di storia sono gli obiettivi principali che riuniscono tutti questi luoghi del ricordo sotto l’ala dell’ONAC.

ONAC

Office National des Anciens Combattants et Victimes de Guerre (ONAC)
Il Giglio di Francia

ORARI DI VISITA (aggiornamento 2009)

1 marzo/15 aprile: tutti i giorni, dalle 9.00 alle 17.00
16 aprile/15 ottobre: tutti i giorni, dalle 9.00 alle 18.30
16 ottobre/24 dicembre: tutti i giorni, dalle 9.00 alle 17.00
Chiusura della biglietteria: 1 ora prima della chiusura del campo
Camera a gas: dalle 10.00 alle 12.45 e dalle 14.00 alle 17.00. Orari passibili di modifiche, vi preghiamo di contattare il seguente numero +33 (0)3.88.47.44.67 per informazioni più dettagliate
Chiusura annuale: da Natale a fine febbraio

TARIFFE (aggiornamento giugno 2009)

Il biglietto di ingresso consente di accedere al Museo del KL-Natzweiler e all’esposizione permanente del Centro europeo del resistente deportato: Contre la barbarie - S’engager Résister Combattre (Contro la barbarie- Impegnarsi Resistere Combattere).
Il solo accesso al sito dell’ex campo è gratuito: presentarsi all’accoglienza del Centro europeo, che vi rilascerà un biglietto di accesso.

Individuale +18 anni: 6 euro
Individuale -18 anni: 3 euro
Studente: 3 euro
Carta CEZAM: 3 euro
Disoccupato: 3 euro
Beneficiario della Copertura Sanitaria Universale: 3 euro
Famiglia numerosa (a partire da 3 bambini): 3 euro

Gratuità:
- Bambino di età inferiore ai 10 anni (fuori dall’ambito scolastico)
- Titolare della Carta del Combattente
- Titolare della Carta del Deportato o Internato resistente o politico
- Titolare della Carta del Patriota Resistente all’Occupazione
- Titolare di una carta di invalidità o della Carta europea di stazionamento per le persone disabili e il relativo accompagnatore
- Titolare di un Pass da guida turistica
- Autista di un mezzo di trasporto pubblico che accompagna un gruppo
- Personale militare e civile del ministero della difesa

GRUPPI NON SCOLASTICI

A partire da 10 persone: ingresso 3 euro/persona
Tenuto conto del significativo numero di gruppi che prenotano la visita al centro europeo e al sito di Struthof, vi preghiamo di avvisarci della visita almeno con un mese d’anticipo.
Prenotazione obbligatoria:
Tel: + 33 (0)3.88.47.44.57
Fax: + 33 (0)3.88.97.16.83

Gruppi non scolastici PRENOTATE

GRUPPI SCOLASTICI

Ingresso: 1 euro/studente
Accompagnatore scolastico: gratuito
Tenuto conto del significativo numero di gruppi che prenotano la visita al centro europeo e al sito di Struthof, vi preghiamo di avvisarci della visita almeno con un mese d’anticipo.

Prenotazione obbligatoria:
Tel: + 33 (0)3.88.47.44.57

Gruppi scolastici PRENOTATE

IMPORTANTE

Al primo piano del Centro europeo del resistente deportato vi è una piccola caffetteria con distributori di snack e bevande calde dove i visitatori possono pranzare al sacco in base ai posti disponibili. Altri luoghi di ristorazione sono accessibili a Natzwiller (1,5 Km), Rothau (8 Km) e Schirmeck (12 Km).
L’insieme della museografia del Centro europeo (esposizione, film e dispositivi interattivi) è accessibile in francese, tedesco e inglese.
Il Museo del KL-Natzweiler è unicamente in francese, ma include numerosi documenti in tedesco.

  • Accessibilità parziale per le persone a mobilità ridotta.
  • Abbigliamento decoroso obbligatorio.
  • I bambini di età inferiore ai 10 anni devono essere obbligatoriamente accompagnati da un adulto per essi responsabile.
  • La direzione si riserva il diritto di negare l'accesso a qualsiasi persona che non rispetti il luogo e la memoria delle sue vittime.
  • Gli animali da compagnia non sono accettati.
  • Nel periodo invernale, l’accesso ad alcune parti del sito storico può essere vietato.

SCARICATE GRATUITAMENTE

Vademecum per la visita

Dossier pedagogici

  1. Cos'è un campo di concentramento? L'esempio de KL-Natzweiler
  2. Storia e vigilanza, visitare il Centro europeo del resistente

Dossier informativo

  1. Dossier informativo

  Haut de page